Italia/ Viaggi

Firenze in un giorno

Firenze è una città meravigliosa che merita sicuramente una visita di un paio di giorni, ma anche se siete solo di passaggio riuscirete a vedere le principali attrazioni turistiche.

Siamo stati a Firenze il lunedì di Pasquetta e il martedì mattina fino alle 10 circa, ed inizierò il mio racconto proprio dal giorno della partenza per spiegarvi come penso vada visitata la città.
Se raggiungete Firenze in auto posteggiate in uno dei tanti parcheggi privati a pagamento per evitare di incorrere in multe, con 20 euro al giorno avrete la macchina al sicuro e potrete girare la città in tutta tranquillità.

Iniziate la passeggiata dal duomo, vi consiglio di prenotare in anticipo il biglietto perchè sopratutto nei periodi di grande affluenza ci saranno code interminabili.
Ecco il sito: https://www.ilgrandemuseodelduomo.it , (30 euro)
Avrete bisogno di un paio d’ore per visitare il campanile, la cupola e il battistero ma la vista della città e la bellezza del duomo vi ripagheranno dei quasi mille gradini.

Una volta usciti incamminatevi verso Piazza della Signoria, dove Palazzo vecchio la fa da padrone e se volete visitate anche questa costruzione o in alternativa proseguite verso gli Uffizi e vi ritroverete sul lungo Arno.

Svoltate a destra per vedere uno dei simboli della città, Ponte Vecchio che a mio avviso è più bello da vedere da lontano piuttosto che passeggiarci sopra visto che è solo pieno di negozi di gioielli.

Abbiamo poi proseguito la nostra passeggiata verso la stupenda Basilica di Santa Croce che si affaccia nella omonima piazza ed è visitabile al costo di soli 10 euro.

Vista la lunga fila anche qui e visto che era l’ora di pranzo, abbiamo temporeggiato un po, andando a mangiare un panino al lampredotto e uno alla trippa da Pollini, un food truck tra i migliori in città per gustare questa specialità. Il costo del pranzo in questo caso è stato di soli 9 euro, davvero pochissimi per un panino speciale come questo.

Per concludere il nostro giro della città ci siamo spostati dall’altra sponda dell’Arno per visitare i Giardini di Boboli, dovendo saltare però Palazzo Pitti per questioni di tempo, siamo infatti entrati proprio all’ultimo e non saremmo riusciti a vedere tutto.

La pace che si respira e la vista della città rendono questo luogo uno dei miei preferiti per riposarsi dal caos di turisti che assale il capoluogo toscano in tutti i giorni dell’anno. ( 7 euro )

Dopo esserci riposati un’ora in hotel siamo usciti per assaporare i veri piatti della cucina fiorentina in una trattoria ma prima ci siamo fermati su un ponte a vedere il tramonto.

Ho scelto una classica trattoria fiorentina ( Trattoria del Carmine ) dove poter gustare la ribollita e la fiorentina, due dei piatti più famosi della cucina toscana. L’ambiente rustico ed in linea con le aspettative, cozzavano un po con il servizio, cortese ma un po sbrigativo. Le portate erano comunque molto buone e anche il dolce è stato una scoperta. Abbiamo speso 59 euro che mi è sembrato un prezzo giusto per quello che abbiamo mangiato.

Riepilogo spese per due persone :

Hotel                                        100 euro
Parcheggio                              20 euro
Duomo                                     30 euro
Chiesa Santa Croce               20 euro
Panino Lampredotto             9 euro
Giardini di Boboli                  14 euro
Autobus                                    3 euro
Cena trattoria del Carmine  59 euro
Schiacciata di Pugi                14 euro

TOTALE                                  269 euro

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply